Primo giorno di scuola: ecco come aiutare i nostri figli a inserirsi in un nuovo ambiente

Rubrica a cura della dottoressa Maria Concetta Lo Coco, specialista in Scienze e tecniche della psicologia dello sviluppo e dell’educazione

Come ogni anno a metà del mese di Settembre, comincia l’anno scolastico e mentre per molti allievi rappresenta una naturale prosecuzione del percorso didattico,   per alcuni si apre un nuovo ciclo di studi e per altri ancora sarà il primo approccio con l’istituzione “Scuola”. Il passaggio a situazioni nuove e sconosciute può generare ansia, specie nei bambini più piccoli, che spesso hanno instaurato un legame forte con la precedente maestra e quindi il distacco può generare anche tristezza. Il compito dei genitori sarà quello di rassicurare  e contenere questi stati d’animo che non vanno in alcun modo sminuiti o ignorati, ma discussi ed elaborati in uno scambio comunicativo che permetterà al bambino di affrontare al meglio la nuova esperienza che sta per iniziare. Questo gli permetterà di affrontare  serenamente la novità e di accettare la scuola in modo positivo, ricordando che all’interno di essa avvengono importantissimi processi sia di apprendimento che di socializzazione.

Il compito della scuola è quindi quello di accogliere e di rendere meno traumatica l’esperienza e di favorire lo sviluppo del pensiero critico, rispettando l’unicità di ogni allievo sia nei modi che nei tempi di apprendimento; solo così avverrà un vero cambiamento delle strutture cognitive guidate da una motivazione forte che spingerà gli studenti ad amare lo studio. Stimolare la curiosità e l’interesse, incoraggiando durante le difficoltà permetterà un aumento dell’auto-efficacia ( giudizio sulle proprie capacità e sul modo di affrontare i problemi) che è strettamente legata all’autostima (giudizio su se stessi), la quale è fondamentale per una crescita equilibrata e soddisfacente del Sé (struttura della personalità). L’incontro con il gruppo dei pari (compagni) è inoltre fondamentale nel processo di socializzazione ma anche di apprendimento in quando grazie alla collaborazione, che deve essere favorita dagli insegnanti, possono essere superate diverse difficoltà .

“Alcuni studi hanno dimostrato la possibilità che i bambini si forniscano reciprocamente un contribuito significativo allo sviluppo intellettuale” ( H. Rudolph Schaffer, 1998, “Lo sviluppo sociale” p. 381).

A livello sociale, l’incontro della Scuola con la Famiglia rappresenta il momento di ingresso nella società, la quale grazie ai continui scambi fra queste due istituzioni continua a rinnovare la sua esistenza attraverso la trasmissione delle regole. Da ciò si evince che  il primo giorno di scuola sia importantissimo e non rappresenti solo un giorno qualunque; da esso infatti dipenderà l’inizio di un percorso di sviluppo che porterà il bambino a crescere e diventare un adulto consapevole e in grado di affrontare la vita.

Il mio augurio va ai bambini e ragazzi ma, anche alle loro famiglie e agli insegnanti che stanno per cominciare questa avventura insieme.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...