Inaugurato centro antiusura alla presenza di Mons. Corrado Lorefice

usura 0Dopo la firma del protocollo di intesa tra il Comune di Bagheria e la Fondazione Santi Mamiliano e Rosalia per la realizzazione del centro anti-usura presso palazzo Busetta, sede dell’assessorato alle Politiche Sociali di via Federico II 33, oggi si è svolta l’inaugurazione ufficiale del centro alla presenza dell’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice.

All’inaugurazione hanno preso parte il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, l’assessore alle Politiche Sociali Maria Puleo, il presidente della Fondazione “Ss. Mamiliano e Rosalia” Vittorio Alfisi e d il consigliere della Fondazione Giovanni Cascino.

Il Centro di ascolto che avrà sede a palazzo Busetta è concesso in comodato d’uso gratuito alla Fondazione. Il protocollo, che avrà una durata di 3 anni rinnovabile, prevede che la Fondazione Santi Mamiliano e Rosalia accolga le istanze di tutti i cittadini bagheresi e del circondario che chiederanno di essere ascoltate ed aiutate contro l’usura e le estorsioni.

Tra le altre attività la Fondazione fornisce aiuto per la concessione di credito da parte di banche, società finanziarie e enti creditizi che abbiano dato prova di sensibilità nei confronti di queste problematiche, istituendo sezioni speciali a sostegno di diverse categorie di cittadini.

“Grazie a questa collaborazione tra il Comune di Bagheria e la Fondazione saremo più forti nell’aiutare famiglie in condizioni economiche disagiate o in stato di sovra indebitamento” – dice il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque.

 

fonte e foto ufficio stampa comune bagheria

 

_______________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...