Strisce blu ad Aspra: chiesta sospensione del provvedimento sindacale

Il vice Presidente del Consiglio Circoscrizionale, Andrea Sciortino, torna  a scrivere al sindaco Patrizio Cinque, per chiedere la sospensione del provvedimento che istituisce le zone blu ad Aspra e l’apertura di un tavolo tecnico. Sciortino  evidenzia perplessità sulle modalità di istituzione delle aree parcheggio a pagamento, si chiede come sia possibile che:

  • in Corso Italia, lato mare, nel tratto compreso tra la via Scordato e la rotatoria di fronte lo stadio, e, in via fiume d’Italia, non sia stato garantito un singolo parcheggio con strisce bianche;
  • che l’unica zona ticket si trovi al centro di  Piano Stenditore e disti 700  metri da i vari confini est/ovest;
  • che ancora ad oggi sul lungomare sia presente la vecchia segnaletica accanto la nuova;
  • che ancora non si sappia se agli abitanti della frazione sarà consegnato un pass, o  dovranno pagare come i non residenti;
  • che alle attività commerciali non siano stati garantiti dei posti riservati anche tramite convenzione;
  • che il servizio inizi alle 8,00 e finisca alle 24:00 diversamente da tutti i comuni  italiani, per i quali il servizio finisce alle 20:00.

 

zone blu 1

Il vice presidente della Circoscrizione ricorda che “La riforma costituzionale del 2001 ha dato ai Comuni italiani piena autonomia su come amministrare le proprie entrate e permesso agli stessi di fare cassa anche attraverso gli introiti provenienti dai parcheggi a pagamento purchè le aree di sosta fossero ubicate fuori dalla carreggiata e che i veicoli parcheggiati non ostacolassero lo scorrimento del traffico.  La circolare prot. n° 1712 del 30.03.2012 del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti,  ha poi stabilito che, in prossimità delle strisce blu, devono essere garantiti parcheggi liberi, tranne in caso di area pedonale, o zona a traffico limitato. Alla luce di tali riferimenti normativi nonché di considerazioni generali sulle modalità di istituzione, i dubbi sulla regolarità dell’ordinanza in questione, appaiono, a mio avviso, legittimi. Per tutti queste legittime perplessità e dubbi sulla regolarità di una tale procedura, visto anche la mancanza di un Regolamento Comunale che disciplini gli orari, i costi e la gestione del servizio, chiedo che la delibera sindacale n. 63 del 07/07/2016, venga sospesa istituendo al più presto un tavolo tecnico di collaborazione interlocuzione e confronto  tra amministrazione  ed organo circoscrizionale.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...