Depuratore comunale, incubo di Aspra: chiesta ispezione all’ARPA e intervento della magistratura

Il depuratore comunale è di nuovo in tilt e i residenti di Aspra sono sul piede di guerra. Il presidente della Circoscrizione, Andrea Sciortino, dopo i numerosi solleciti dei cittadini,  ha preso carta e penna e scritto all’Agenzia Regionale Per l’Ambiente: obiettivo chiedere una ispezione nel depuratore comunale e le analisi delle acque. La missiva è stata invitata per conoscenza anche alla Procura e al sindaco, Patrizio Cinque, che come i suoi predecessori non riesce a sciogliere il nodo della matassa : non sono stati risolutivi gli affidamenti di migliaia di euro a ditte esterne che hanno effettuato diversi interventi  sugli impianti di depurazione, nè le ispezioni a sorpresa presso le industrie ittiche per verificare la presenza di eventuali scarichi illegali.

Ai cittadini non resta altro che chiudersi in casa nelle ore notturne, perchè è proprio nelle ore serali che in particolare l’aria diventa irrespirabile.

“Il depuratore comunale di Bagheria, situato in strada comunale Cotogni ad Aspra, scrive Sciortino,  emette cattivi odori con presunti superamenti dei limiti tabellari ,aria irrespirabile nella notte ad Aspra e cittadini costretti a chiudere le finestre per non sentire odori nauseanti.
Un tanfo incredibile, una puzza insopportabile ,per alcuni anni questi odori hanno persistito in tutta l’area e sono stati respirati dalla popolazione che nei dintorni abita, Il depuratore di Aspra rappresenta un vero e proprio cancro per questa Frazione, Aspra è stufa di dovere fronteggiare alla problematiche legate al continuo malfunzionamento di questo impianto.
Per molti anni il depuratore di Aspra è stato fonte di comunicati ,esposti ,riunioni e convocazioni in commissione ambiente all’Ars,ma tutto questo non è mai servito quasi a nulla.
Chiedo all’Arpa un incontro urgente, di far installare apparecchiature per un monitoraggio e di porre rimedio, definitivamente, alle molestie olfattive; di verificare le responsabilità che hanno portato a questa insopportabile situazione. Inoltre , chiedo alla magistratura di effettuare un serio controllo all’interno del depuratore, se necessario, interrompere da subito l’attività di depurazione“.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...