Intergruppo consiliare: “sospensione stipendi atto delirante del sindaco Cinque”

 

intergruppo-595x284Chiunque abbia qualche minimo rudimento della cosa pubblica sa bene che anche solo per effettuare l’acquisto di una matita per conto dello stato occorrono nell’atto autorizzatorio una dozzina di riferimenti normativi obbligatori per far sì che l’atto non sia considerato nullo. La letterina di tre righe scritta ieri da Patrizio Cinque ai dipendenti comunali (definirla atto amministrativo sarebbe un’offesa ad un Bignami di diritto amministrativo) può, pertanto, essere considerata l’ennesimo atto delirante del nostro sindaco. Si tratta infatti di un atto umanamente immorale, giuridicamente inesistente e politicamente rozzo (in perfetto stile Patrizio Cinque) con cui egli cerca di far giungere un segnale ai dipendenti impegnati a far tornare i conti della gestione scellerata dell’ente nell’ultimo triennio. Il timore forte è che il Sindaco confidi nella speranza che i di-pendenti comunali, spinti dal bisogno di pagare la rata del loro mutuo del mese prossimo, prestino il fianco a redigere un bilancio pieno di partite “discutibili”. Egli fa giungere, pertanto, alle loro orecchie la minaccia estrema, o ti pieghi o ti levo il pane. Ha già utilizzato con pochi scrupoli la clava del provvedimento disciplinare su un altro settore comunale di suo “interesse”, ma questa volta, come da suo copione, ha alzato ancora di più il tiro, per far sì che da più parti (anche dagli altri dipendenti) si alzi la pressione sui dipendenti preposti alla predisposizione dei bi-lanci. Non si spiegherebbe diversamente la frase sibillina del suo comunicato riferita alla approvazione del bilancio 2017 “forse questo processo subirà un’accelerata”. Il tenore di questa frase non si spiegherebbe altri-menti.

Successivamente il nostro sindaco provvederà ad utilizzare lo stesso schema con la sua maggioranza consiliare o votate questo bilancio strampalato ed i suoi debiti fuori bilancio o tutti a casa!

Se a tutto questo aggiungiamo qualche sopralluogo al comune dei fun-zionari della Prefettura e qualche mugugno di troppo della Tesoreria presso Monte Paschi la frittata è fatta ed il gioco è chiaro.

Se fossi nei panni del segretario Generale, primo destinatario della lette-rina di ieri, mi guarderei bene dal dare seguito a questa sceneggiata, perchè in capo a lui le conseguenze potrebbero essere ben più gravi che meramente politiche.

Si apprestino pertanto adeguati strumenti finanziari e contabili in tempi brevi, si evitino queste scenette e si pensi a lavorare con coscienza e zelo ( alla competenza ci abbiamo, purtroppo da tempo, rinunciato).

Su questi processi, come sempre, vigileremo attivando le autorità com-petenti.

Intergruppo Bagheria 2.0

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...