Interrogatorio per il sindaco P. Cinque: gli avvocati chiedono revoca dell’obbligo di firma

E’ stato il giorno dell’interrogatorio in Procura per il sindaco Patrizio Cinque, che questa mattina ha varcato il tribunale di Termini Imerese con i suoi avvocati. Il sindaco ha risposto a tutte le domande del gip Michele Guarnotta. Un interrogatorio durato circa un paio d’ore e che sostanzialmente ha ripercorso tutte le accuse mosse al primo cittadino: dalla gestione dei rifiuti, all’assegnazione del Palazzetto dello Sport di Bagheria, alla presunta volontà del sindaco di voler favorire un parente proprietario di una casa abusiva. I primi dettagli dell’interrogatorio emergono dalle agenzie stampa “Il sindaco avrebbe negato l’intenzione di gestire il palazzetto dello sport con l’associazione Nuova Aquila Palermo, dell’imprenditore Rappa, pure lui indagato. Patrizio Cinque respinge anche le accuse di aver fatto pressione sui vigili urbani per far slittare la convocazione dei familiari da parte della polizia e avrebbe argomentato sulla gestione dei rifiuti a Bagheria. “Abbiamo fornito un quadro più ampio della vicenda che si basa solo sulla denuncia di una dirigente, guarda caso sottoposta a procedimento disciplinare”, ha detto Cinque “. Il sindaco ha chiesto, attraverso i suoi legali, la revoca dell’obbligo di firma. Intanto gli interrogatori procedono per tutti gli altri indagati, fra cui numerosi dipendenti del comune di Bagheria”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...