TERMINI IMERESE: PUGNO DURO CONTRO EVASORI, 50% CITTADINI EVADE TASSE

Pubblicato: ottobre 25, 2017 in Cronaca, Economia, Politica, Provincia di Palermo, Regione Sicilia, Termini Imerese

Termini Imerese, 25 ott. – “Pugno duro contro gli evasori fiscali”. Lo assicura il sindaco di Termini Imerese, Francesco Giunta, al termine di un vertice con i rappresentanti di Riscossione Sicilia.

L’incontro e’ stato voluto dall’Amministrazione comunale che, dopo il suo insediamento, ha trovato, a causa dell’elevata percentuale di evasione registrata in questi ultimi anni, le casse del comune di Termini Imerese con i fondi ridotti all’osso ed in enorme sofferenza economica.

“Nel corso del vertice – si legge in una nota -, l’Amministrazione comunale, gli uffici e i rappresentanti di Riscossione Sicilia hanno individuato le soluzioni piu’ idonee al recupero coattivo della Tari e dell’Imu. Ed e’ stato deciso di adottare tutti gli strumenti idonei che la legge consente, compreso il prelievo coattivo sui conti correnti bancari e postali, il blocco dei beni mobili registrati (autoveicoli, motocicli), esecuzioni immobiliari. Nel corso del tavolo tecnico si e’ stabilito di affidare a Riscossione Sicilia anche i ruoli derivanti dalle multe elevate dalla Polizia Municipale in violazione alle norme del codice della strada”.

Il sindaco Giunta ha colto l’occasione per chiedere ai rappresentanti della societa’ di riscossione notizie in merito ai ruoli gia’ affidati, negli anni passati, all’agente (quantificabili in circa 10 milioni di euro) per i quali, ad oggi, non si conoscono gli esiti ai fini del recupero.

“Pur nella consapevolezza delle notevoli difficolta’ economiche che una larga fascia di popolazione vive – sottolinea il sindaco, Francesco Giunta -, non possiamo piu’ tollerare che una percentuale vicina al 50% dei nostri concittadini evada, ormai con abitualita’, il dovuto pagamento delle imposte comunali. Aspetto ancor piu’ grave – aggiunge il primo cittadino – che nel lungo elenco degli evasori abituali, vi siano soggetti con grande capacita’ contributiva e reddituale e che da anni, in baffo ai bisogni dei piu’ deboli, non fanno il proprio dovere. Da oggi pugno duro per gli evasori”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...