BAGHERIA: GIOVEDì A PALAZZO CUTO’ “I DATI SULLA SCUOLA SICILIANA TRA ESPOSTI PROTESTE E DENUNCE”

Giovedì 1 Marzo alle ore 16,30 presso Palazzo Aragona Cutò sito in Via Consolare, 105, 90011 Bagheria, ODS invita i lavoratori, le famiglie, le forze sociali della città ad intervenire all’incontro sul tema della Scuola, in uno dei momenti più difficili dal dopoguerra, per questa importante istituzione.

Crediamo che in questi 20 anni, per il numero di “errori”, di innumerevoli sentenze di condanna sulle più svariate questioni attinenti il mondo della scuola, sia in capo ai lavoratori, che in capo agli studenti e delle loro famiglie, relativamente al diritto allo studio costantemente messo in discussione, non si possa più stare a guardare.

Bisogna domandarsi perché si preferisca il danno erariale derivante dalle sentenze di condanna del MIUR, al buon funzionamento del sistema scolastico.  L’attacco alla scuola è funzionale a che cosa? Chi ci ha guadagnato?

Perché le soluzioni a cui siamo spesso arrivati tutti noi, diretti interessati, sono state ritenute non idonee da chi avrebbe il potere di cambiare le cose?

Perché invece i giudici ci hanno dato sempre ragione?

Noi insegnanti e genitori dobbiamo restituire alla Scuola la sua funzione educante ed il ruolo di formatori di uomini e donne capaci di analisi critica e non solo per futuri lavoratori. Dobbiamo determinare il cambiamento. Anche e soprattutto sollevando dubbi. La stagione di mani pulite non ha messo fine alla prima repubblica, ha solo cambiato il nome di quel che era. Troppi soldi scorrono dietro alla lesione dei diritti.

Ci chiediamo, qualcuno lo ha fatto diventare sistema?

  • Migliaia di docenti gridano la loro rabbia contro le fasi di assunzione della  107/2015 che li hanno allontanati dalla terra in cui hanno lavorato per decenni da precari e ottengono giustizia solo dai Tribunali.
  • Almeno 120.000 ricorsi ai tribunali italiani presentati in questi ultimi dieci anni dalle famiglie di alunni con disabilità hanno determinato un danno erariale di 1 Miliardo di euro solo per ottenere quel che la Costituzione garantisce loro.
  • La 66/2017 non fa che acuire le difficoltà delle famiglie italiane, escludendole dal processo di determinazione del progetto di vita e di quello formativo. E rende ancor più complessa e costosa la soluzione giudiziale, indebolendo la legge 104/92, una delle leggi più importanti per i diritti dei soggetti con disabilità.
  • Ogni singola scuola italiana, dal nord al sud, è sottoposta all’imperativo categorico di risultare più appetibile di un’altra scuola del territorio, per accaparrarsi più iscritti, secondo un modello caro alla visione competitiva della società.

Si tratta, evidentemente, del prevalere di istanze economiche – e di una certa dottrina neoliberista, utilitarista – alle ragioni sociali dell’educazione.

E’ ampiamente noto che la concorrenza tra scuole determina solamente l’ampliamento delle diseguaglianze tra scuole socialmente favorite e scuole socialmente svantaggiate, aumentando i livelli di segregazione sociale già esistenti.

Dati alla mano, ODS intende aprire un confronto con le forze sociali del territorio, invitando chiunque in qualità di genitore, studente, insegnante, lavoratore, sindacalista, uomo delle istituzioni, voglia contribuire a trovare soluzioni, alcune delle quali, come la piattaforma delle rivendicazioni già ampiamente diffuse attraverso i vari comitati di lotta che sono sorti in tutta Italia. In alcuni comuni tale piattaforma è stata votata come mozione in consiglio comunale perchè si ritiene che siamo difronte ad una Nuova Questione Meridionale. Ognuno di voi può farsi promotore per presentarlo al proprio Consiglio Comunale.  Dai Nastrini rossi in Puglia, ai Nastrini Liberi uniti in Campania, Sicilia, Calabria, Abruzzo, al Comitato Nonsisvuotailsud, 8000esiliatifaseb, Coordinamento docenti fase nel Lazio, Comitato delle valigie in Sardegna e tante altre realtà su tutto il territorio nazionale.

Sarà anche l’occasione per riportare all’incontro i temi trattati alla convocazione presso l’Osservatorio per l’inclusione al MIUR a cui ODS parteciperà martedi 27 febbraio in qualità di componente della FIRST.

Si ringrazia l’Amministrazione Comunale di Bagheria per aver reso possibile l’evento concedendo gratuitamente la sala di Palazzo Aragona Cutò e patrocinando l’evento.

Leonardo Alagna – direttore di Osservatorio Diritti Scuola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...